mercoledì 5 dicembre 2012

PATRONI GRIFFI: "NELLA P.A. CI SONO 260MILA PRECARI. NO A STABILIZZAZIONI DI MASSA”


Il ministro: “Non si può pensare che un problema di anni si possa risolvere in pochi mesi”. Gli esuberi superano le 7.000 unità

Nella pubblica amministrazione si registra “un numero complessivo di precari pari a 260 mila unità, di cui circa 130 mila nel comparto scuola, 115 mila nella sanità ed enti locali e 15 mila nelle amministrazioni centrali”. Lo ha detto il ministro della Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi in un'audizione alla Commissione Lavoro della Camera in merito alle problematiche derivanti dal monitoraggio degli esuberi del personale nelle pubbliche amministrazioni.

“Non si può pensare che un problema di anni - ha aggiunto il ministro - si possa risolvere in pochi mesi e non si poteva pensare una sorta di stabilizzazione di massa di questi precari con meccanismi più o meno selettivi, perché sarebbe stato costituzionalmente in contrasto e avrebbe provocato il blocco totale delle assunzioni dei giovani per molti anni nelle pubbliche amministrazioni”.

Il ministro ha poi detto che il personale della Pa in eccedenza si aggira intorno alle 7.300 unità: “si verifica una situazione di eccedenza generale pari a 4.028 del personale non dirigenziale. Le proiezioni che noi abbiamo dovrebbero riguardare un'ulteriore eccedenza di personale di qualifiche funzionali di circa 3.000 unità per un totale di 7.300 eccedenze”. 

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento